Ecco chi siamo!!

12 gen 2009 Categorie: Presentazione | Comments Off

Gruppo-bmtbA distanza di tre anni dalla prima pubblicazione del nostro sito ecco la nuova veste grafica!

Come spesso accade l’idea è nata dalla necessità di avere un punto di riferimento, seppur virtuale, dove condividere la nostra passione:  la mountain bike!

Nel sito sono presenti argomenti e notizie di maggiore interesse che ruotano attorno a questo mondo. Aggiornamenti sul lato agonistico senza dimenticare il sacrosanto giretto in compagnia che riunisce un po’ tutti, o l’escursione impegnativa per pochi pazzi!

Itinerari, gare, foto, tracce GPS, il tutto condito dal nostro ormai storico Forum aggiornatissimo!

Buona visione…

20 Settembre 2009-Camminata Settembrina

14 set 2009 Categorie: Running | nessun commento »

Si chiama camminata ma potete giurarci che ci sarà da correre domenica prossima…
Appuntamento a Cologno Monzese per un’altra avventura.
Necessario per partecipare un paio di buone scarpe e tanta voglia di mettersi alla prova!
Siamo gia un gruppetto, Io, Max, Carlo, forse Paolo, Casto (?) e chiunque volesse passare una mattinata in compagnia.
Divertimento assicurato, un po’ di fatica…si…ma noi brianzoli ci siamo abituati!
In allegato la locandina con tutti i riferimenti del caso.
Forza ragazzi!

camminata-settembrina

13-09-2009 Straberot 2009-Truccazzano (MI)

14 set 2009 Categorie: Running | nessun commento »

Sveglia alle 6.50, colazione e via per raggiungere Truccazzano.
Dopo Melzo mi avvicino al paese, vedo gia un bel po di gente che corre verso di me.
Penso, o mi stanno dando il benvenuto oppure sono arrivato tardi.
Controllo l’orologio e mancano venti minuti alla partenza…mmm.
Mi fermo a chiedere a un tizio con la pettorina dove fosse il ritrovo e lui semplicemente mi dice:”La vedi quella gente che corre? Seguila al contrario e troverai la partenza!”
Cavoli, potevo pure pensarci da solo in effetti…
Uso le persone come fossero briciole nel bosco e trovo la partenza.
Ci sono auto ovunque e fatico a trovare un posto…Allora è vero che ci sono 1000 persone!!!
Arrivo alla partenza e suibito mi incontro con i Cremonesi (senior e junior). Il tempo di iscrivermi, notare che il pacco gara per me non era previsto (solo ai primi 1000), che un colpo di pistola e gente che comincia a correre mi svegliano del tutto…
Non avevano colpito nessuno ma solo l’avvetimento della partenza.
Per fortuna la partenza, vista la fiumana di gente, è lenta e faccio ora a prendere il ritmo.
Dopo qualche metro lascio i miei compagni per allungare un po (non troppo).
Vado via così tra 4 chiacchere con qualcuno sul percorso…
A un ragazzino chiederò se aveva fatto colazione e mi dirà un secco NO!
Continuo e ben presto arriva il bivio dei percorsi, scelgo il 6Km e ben presto me ne pentirò…
Qualche centinaia di metri ed ecco il ristoro…
Sto bene, non vedo perchè fermarmi così prendo un bicchiere di acqua e via…
Ancora quanche stradetta in mezzo ai campi e poi asfalto…
Riconosco il paese e mi stupisco che la mia gara sia gia terminata…
Punto due ragazze che per paura di esagerare non avevo raggiunto prima e mi ci fiondo con una falcata da 100mt :saporito:
Le brucio prima dell’arrivo. La mia gara è finita! 39 minuti!
Dopo un po chiederò ai giudici il tempo della 6 e della 12Km.
Per la 6 mi diranno che li prendono solo per i ragazzi e comunque 30 minuti per il primo e per la 12 il primo l’ha coperta in 40 minuti.
Una nota a parte va detta per il ristoro…
Mai visto nulla del genere, nemmeno alla più rinomata gara di mtb.
C’era veramente di tutto, vari tipi di brioches, cioccolato, fette e marmellata, frutta e mentre ero li a mangiare sento dire da un’addetta al ristoro…”Si adesso arriva la pasta!” Pensavo che mi prendesse per il c.lo… :roll:
Ma attenzione!!! Stava veramente arrivando una bull di Fusilli al pomodoro e Fusilli alla salsa di melanzane!!! :shock:
Non volevo crederci ma l’ho fatto quando poi più tardi sarà la volta dei panini al salame, vino ecc…
Mi sposto alla partenza ad aspettare i Cremonesi che dopo un po arrivano felici!!!
Un altro giro al ristoro, 4 chiacchere, un caffè e via. Accompagno Casto all’auto che poi mi riporterà in zona della mia.
Sono ancora davanti all’oratorio, che faccio, non vado dentro a farmi un altro giretto???
Entro e il clima è ancora festoso! I tavoli ancora imbanditi e via a nastro con pasta e il resto. Mi fermo al banchetto dell’azienda agricola e assaggio un ottimo yogurt!
Adesso è proprio ora di andare.
Bella esperienza, divertente, stimolante e ottima compagnia!!!
La prossima volta però faccio il 12Km…

:bye:

Straberot

Alto Adige in MTB-Plan de Corones-Kronplatz

01 set 2009 Categorie: Itinerari-Escursioni | nessun commento »

Report Kronplatz:

Dopo qualche giorno passato a camminare in montagna, arriva il mio giorno libero…me lo sono programmato da un po, quindi sveglia presto, colazione ed alle 6.30 sono già pronto.
Ultimo check, camel back, barrette, cellulare, accendo il Garmin e si parte.
L’inizio non mi entusiasma, infatti dopo qualche bel passaggio nel bosco, mi ritrovo con la strada che conduce a San Sigismondo interrotta per lavori…che faccio? Risalire e tornare indietro? Noooooo…
Passo nel bosco e riesco a ritrovare la strada senza troppa fatica.
Beh meglio così, entro nella pista ciclabile che costeggia il Rienza ed affianco una Mtbiker, con la quale chiacchierando arriviamo a San Lorenzo, scopro che è una guida MTB e mi faccio confortare sul tipo di giro che intendo fare, ci salutiamo, lei per oggi fa pianura!!! (da queste parti è complicato).
Arrivo a Riscone alla base di partenza delle funivie, i chilometri sono già una ventina.
Bene si comincia, prendo la sterrata che conduce alla cima, la prendo comoda, so che sarà lunga, sono circa 13 km di salita, non impegnativa, ma costante, incessante, implacabile.
Mi fermo un paio di volte a guardare i paesaggi che si aprono alla vista, incrocio le piste nere percorse tante volte in inverno con gli sci, dimentico la fatica e continuo a pedalare.
Nei tratti al sole comincia a sentirsi il caldo.
Verso la vetta supero una compagnia di militari in addestramento, che zaino in spalla stanno salendo al Kron…
Dopo circa due ore e mezza sono in cima…arrivo alla campana e scatto la foto di rito.
Mi fermo per cambiarmi e riprendere fiato, mangio un paio di barrette e dopo qualche foto, sono pronto per ripartire.
Giro un po in vetta quindi imbocco la discesa verso il Furcia, deviando subito sul sentiero 13.
Tutto single track, prima in mezza costa, poi nel bosco.
Costeggio un laghetto e quindi un bacino di raccolta dell’acqua per innevamento, tutto ha uno dimensione dilatata, la discesa sembra non finire mai.
Arrivo quindi in un canalone in mezzo agli abeti, dove mi butto a capofitto, ecco le prime case, sono di nuovo a Riscone.
Ora devo rientrare a Terento e c’è poco da fare mi aspettano altri 15 km tutti in salita, poco impegnativa certo (400 metri di dislivello), ma arrivati a questo punto la sento tutta, anche perché il sole oggi martella.
La prendo comoda con ritmo tranquillo e dopo un’ora sono di nuovo a casa.
Arrivo stanco, ma assolutamente contento e soddisfatto per il bel giro.
Alla fine il Garmin conta 70 km, in circa 7h 30min, per circa 2200 m di dislivello.
Questo target è raggiunto, il prossimo anno cosa faccio???
Beh adesso è presto, mi godo questo bellissimo giro, ho davanti un anno per pensarci e prepararlo.

Qui le foto…
Valter

15 Agosto 2009-SkyRace Tirano (SO)-Forte “Sertoli”

18 ago 2009 Categorie: Running | Comments Off

Ecco il resoconto della mia prima gara di Running in assoluto!
In verità il tutto parte il venerdì sera quando passo da sportspecialist per attrezzarmi un po’. Trovo un ragazzo molto competente al reparto Running che mi trova una scarpa da Trail veramente bella ma soprattutto comoda e adatta a quello che andrò a fare.
Gia che ci sono prendo pantaloncini e una maglietta tecnica che è una bomba!
Passo a salutare degli amici e in tarda serata parto per S. Rocco. Arrivo all’1.30 e via a letto!
Sveglia alle 7, colazione e poi via con la macchina a Tirano.
L’iscrizione apriva alle 8 e la partenza prevista per le 8.30 anche se poi si partirà con qualche minuto di ritardo.
Parlo un po’ con gli organizzatori poi incontro una ragazza che conosco, diciamo vicina di casa…
Si fa un po di riscaldamento e tento di imitare gli altri salendo di corsa per qualche metro per poi ridirigermi alla partenza, non avevo l’orologio e non sapevo mai l’ora…
Alla partenza gente allenata e non, di tutte le età. Il ragazzino più piccolo aveva 9 anni e per chiudere le categorie un signore della classe del 1930!!! (per fortuna è arrivato dopo di me…)
Insomma dai professionisti che si fanno le sky-marathon e il Kilometro verticale a gente come me alla prima esperienza. Un totale di una 60ina di partenti!
La partenza è scandita da una voce bassa che dice 1…2…3…via :)
Un sistema rapido ma efficace che non ha lasciato molto scampo ad un eventuale ripensamento. Ormai la frittata era in pentola e allora via a correre in salita. Il primo pezzo su asfalto in mezzo alle stradine poi sterrato e subito la mulattiera che non molla mai!!!
La mia corsa ben presto cambierà in camminata veloce per tornare corsa negli ultini 3Km.
Si scherza con dei ragazzi. Una ragazza il prossimo anno mi ha chiesto un passaggio con il Trial. Peccato che credo che la ripeterò di corsa..
La lascio e cerco di allungare un po’. Vedo un crocifisso allora chiedo conferma ad altri concorrenti se hanno le mie stesse visioni e per fortuna lo vedono anche loro! Penso che non sono poi messo così male e vado avanti.
A 3Km dall’arrivo si abbandona la mulatiera per una ripida salita su asfalto e poi salita regolare e lieve fino all’arrivo.
La soddisfazione per avercela fatta è stata troppa anche solo per ricordare lo sforzo fatto in salita.
Il tempo è segnato e certificato dagli addetti all’arrivo: h 1.14.28.
Un addetto mi stacca il minipettorale e lo appiccica con gli altri su un tabellone di legno. Uno sguardo ai tempi del primo, un ragazzo giovane che segna 36 MINUTI!!!
Aspetto l’arrivo dei compagni di avventura dei primi Km e poi mi guardo attorno ed è uno spettacolo!
Tendoni con più di 200 persone e una squadra di Alpini alle cucine dei quali 2 addetti al mega paiolo della polenta. Vi dico solo che si tratta di un megapentolone della capienza di un quintale di polenta!!!
E’ anche la festa degli alpini quindi vino e grappa a volontà, dove mi giro vedo gente con bicchieri in mano!!!
Mi fermo con la family al pranzo.
Una polenta così me la ricorderò per un pezzo, almeno fino all’anno prossimo!!!
Meravigliosa giornata di sport e festa!!!
Ecco il link per le foto…
Clicca qui

Gran Fondo Val Saviore (BS)

31 mag 2009 Categorie: Itinerari-Escursioni | nessun commento »

Ai confini tra Valcamonica e Valtellina ecco la prossima gara che ci vedrà protagonisti il prossimo 2 Giugno 2009!

Il percorso di circa 43 km con dislivello di 1030 mt, è interamente ricavato nel Parco Regionale dell’Adamello; infatti si snoda tra paesaggi e località incantevoli dei Comuni della Valsaviore, attraversando stupende strade sterrate e mulattiere della grande guerra con un panorama mozzafiato.

La gara è riservata ad atleti tesserati FCI o con Enti della Consulta quali UDACE-CSI-UISP ed escursionisti.

La partenza sarà data alle ore 10.30 ai piedi della Croce del Papa, (la celebre croce ideata dall’artista Job in onore di Giovanni Paolo II e collocata sul dosso Androla di Cevo nel novembre 2005), mentre l’arrivo è previsto sempre a Cevo in Pineta nei pressi dello spazio Feste.

http://www.valsaviorebike.it/


Escursione sul Monte Legnoncino (CO)

31 mag 2009 Categorie: Itinerari-Escursioni | nessun commento »

Parcheggio l’auto a Dervio, mi preparo velocemente e via si inizia.
La strada è asfaltata e sale da Dervio verso Vestreno, quindi Sueglio, per salire fino a Rocoli Lorla, con un breve tratto sterrato.
Finalmente si arriva al laghetto di Roccoli Lorla a quota 1454 mslm, a questo punto si prende a sinistra seguendo la freccia per la vetta del Legnoncino.
Si tratta di un paio di chilometri di strada sterrata ben pedalabile, che ci conducono ai piedi della vetta, dove si sale a piedi oppure con la bici in spalla, quota finale 1716 mslm (così dice il Garmin).
In pratica si percorrono 19 chilometri di continua salita, con pendenze variabili, con una leggero falsopiano tra il 12° ed il 13° chilometro, che permettono di prendere un po di fiato.
Arrivati in cima però lo spettacolo ripaga della fatica, si gode una vista strepitosa sul lago di Como e sulle montagne circostanti, stamattina poi la giornata era veramente ottima, con una temperatura gradevolmente primaverile ed il cielo terso.
Arrivato in cima, mi sparo l’ultimo pezzo di barretta, metto qualche cosa di asciutto e inizio la discesa.
Lo sterrato fatto in salita, si scende a tutta (attenzione ai pedoni…rallentate e lasciate strada)…ritornati a roccoli Lorla, si curva a sinistra, si passa davanti ad un abbeveratoio dove potrete trovare acqua per ricaricare la sacca idrica e si prende il sentiero in mezzo al bosco che porta alla zona “storica” delle trincee e delle postazioni belliche.
Il sentiero diventa presto un single track che ho percorso per un pezzo a piedi, molte rocce e qualche passaggio per me proibitivo.
Il sentiero molto bello in mezzo al bosco, porta verso Artesso. Arrivati qui proseguite, il sentiero vi porterà verso Sommafiume.
Ormai praticamente, slavo qualche breve strappetto, è tutta discesa, inizialmente su sentiero, quindi su una velocissima sterrata che costeggia tutto il crinale della montagna facendone tutto il giro.

Superato sulla sinistra un bacino di raccolta di acqua, ci si ritrova nuovamente a Vestreno, riprendenndo la strada fatta in salita, ma stavolta in una velocissima discesa su asfalto.
Attenzione ai tornanti, a seconda dell’orario potete incrociare parecchie auto che salgono in senso opposto.
Siamo ormai al termine del giro, ancora una manciata di tornanti e siete nuovamente a Dervio, pronti per caricare la bici in auto e tornare a casa, oppure per farvi un bagno di sole in spiaggia…o come ho fatto io per passare a salutare vecchi amici windsurfisti in attesa della Breva pomeridiana.

Giro veramente molto divertente e bello, con una prima parte piuttosto impegnativa dal punto di vista fisico.
Partenza alle 6,49, tempo complessivo 4h e 33′, con un a manciata di soste per foto e per far riprendere il fondoschiena durante la salita.

Grazie a Bughi per avermi consigliato di fare questo giro.

Wide

Boschilonga Uboldo (VA)

21 mag 2009 Categorie: Presentazione | nessun commento »

Domenica prossima ci sarà la seconda gara del Circuito dei Parchi.
Sono una serie di gare veloci e sulla carta non troppo tecniche, quindi adatti a tutti con la possibilità di partecipare anche per i cicloturisti non tesserati.
Un occasione per trovarsi e fare gruppo!!!
La gara di domenica 24 maggio si terrà a Uboldo (VA).
Un tracciato veloce con poche salite adatto a tutti!
Il percorso è lungo 30Km.
Qui trovate il sito degli organizzatori!
http://www.boschilonga.it/

Escursione in Liguria (Capo Mele)

04 mag 2009 Categorie: Itinerari-Escursioni | nessun commento »

01/05/2009

Veramente un bellissimo fine settimana.
Partenza giovedì pomeriggio, viaggio interminabile con coda epica alla volta della Liguria.
Venerdì mattina sveglia con calma e partenza per un giro tranquillo (così penso io), vedo 23 km, quindi la reputo una traccia senza problemi.
Parto con salita su Capo Mele, a Colla Micheri, salgo tranquillo in mezzo ai boschi, incrociando qualche altro biker, finchè la traccia mi porta su un bel single track in mezza costa con vista sulla valle del Merula. Arrivo in cima allo spartiacque e qui si picchia, prima discesa a cannone in mezzo a rocce e roccette, con pendenze che non mi aspettavo, arrivo in fondo nel mezzo di un piccolo paesino di San Pietro, il cuore picchia forte, ma è andata. Si riparte in salita per Garassini e poi Conna.
Bel percorso in mezzo alla vegetazione all’ombra.
La pioggia ha reso i punti più ripidi praticamente impraticabili, mille rocce e sassi mi costringono a camminare e spingere, poco male.
Arrivo finalmente in cima al crinale, panorama spettacolare in mezzo ad un paesaggio bucolico.
Proseguo in puro stile all mountain fino all’nizio della discesa e qui la cosa diventa acida:
Sentiero impennato, in mezzo a rocce smosse dalle recenti piogge, ne faccio circa un terzo in sella, poi per le mie capacità decisamente modeste decido che è troppo e scendo a piedi.
Guardando poi il profilo altimetrico, capisco il perchè.
Arrivo in fondo, ultima pedalata, quindi muta, body board e via in spiaggia a divertirsi.
Non era proprio tranquilla la pedalata.

Widegap

day 2 Sabato
Dunque la gamba l’ho riscaldata ieri, oggi qualche cosa di più impegnativo.
Mi sono programmato il giro sul versante orientale della Val Merula.
All’andata passo nel torrente un paio di volte, quindi arrivati a Stellanello, si comincia a salire.
Canneto, Caio, Villalunga, un bel saliscendi, misto tra asfalto, sentieri e sterrati in mezzo agli ulivi, Quindi si sale sul crinale che fa da spartiacque verso Garlenda.
Si prosegue fino ad arrivare ad una discesa che porta a San Bartolomeo, stupendo single track ripido e tecnico, con rocce, salti, gradoni, rovinato solo in alcuni tratti da tracce di moto da cross, ma veramente godibilissimo.
Arrivo in fondo che ho gambe molli e fiato in gola, ma non me la sento di mollare, anche se l’acqua sta finendo, mi dico che ormai il più è fatto…siiiiii come no.
Dopo una serie di passaggi tranquilli in mezzo ai sempre presenti ulivi, ecco partire una salita in cemento, che mi spezza la gamba…sto praticamente finendo tutte le riserve, acqua finita, barrette e banane out, la Red Bull l’ho già asciugata un’ora fa…ma magicamente la salita finisce e mi ritrovo sul single track di ieri ma sul versante opposto sempre in mezza costa sopra a Negri.
Quindi ancora discesa tecnica (la prima di ieri), che stavolta affronto conscio delle difficoltà tutta praticamente in sella o sfregando sulla ruota posteriore con il sedere per compensare la pendenza.
In un attimo sono di nuovo in fondo valle, sull’asfalto in direzione della spiaggia.
Giro di grande soddisfazione.

Widegap

Foto panoramiche

Tracce GPS